Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘– torte’ Category

Mancava un dolce vegan accanto a quelli tradizionali. Una crostata reparata senza il classico panetto di burro è più leggera e digeribile e altrettanto buona  di  quella tradizionale a cui siamo abituati. La base diventa morbida e friabile. In questa ricetta è utilizzato il malto d’orzo  che dona un piacevole sapore amarognolo e il colore di caramello. A chi piace il sapore dolce può sostituire l’orzo con il malto di grano o di riso.

Ingredienti: 250 g di farina, 80 g di zucchero, 2 cucchiai di malto d’orzo (o in alternativa malto di grano), 3 cucchiai di olio di semi di girasole bio, 1/2 bicchiere scarso di latte di soia o succo di mela, buccia di limone grattata, un pizzico di sale, 1 pera, 1 vasetto di marmellata di pere

In una terrina mescolate farina, zucchero, buccia di limone grattata, sale. Aggiungete l’olio,  il malto d’orzo e impastate aiutandovi con poco latte o succo di mela. Otterrete un impasto liscio ed elastico. Fate una palla, poi stendetela con il matterello tra due fogli di carta forno e ricoprite il fondo di una teglia imburrata. Stendete sulla pasta la marmellata e guarnite con una pera tagliata a fette spesse fatte dorare 5 minuti in padella con una noce di burro di soia.

Infornate in forno caldo a 180° e fate cuocere per 30. minuti.

Nota
Nelle ricette vegane il malto di grano, di riso, d’orzo  è usato come dolcificante in aggiunta o sostituzione dello zucchero. Ha la consistenza, la densità e il colore del miele. E’ possibile acquistarlo nei negozi di prodotti vegetariani e biologici.

Read Full Post »

 

 

 

Il Perigord è una regione variegata  della Francia, una verde campagna ondulata dove le mucche pascolano in libertà e crescono in gran numero gli alberi di noci. Un paesaggio disseminato di borghi antichi, bastide e castelli. Della cucina del Perigord è conosciuto in tutto il mondo il fois gras, ma altri piatti sono altrimenti squisiti. E’ del vicino Limousin il clafoutis, dolce simile a un flan  a base di ciliegie nere non snocciolate. La ricetta originale prevede solo uova zucchero farina latte, in un impasto fluido come quello delle crepes, che va a ricoprire la frutta. Nelle varie regioni vicine i nomi cambiano. Nel Quercy e Perigord il clafoutis preparato con tutta l’altra frutta è chiamato flognarde e in alcuni casi cajasse (ma senza frutta). Ah, i francesi!

100 g di zucchero, 3 uova, 250 ml di latte intero, 90 g di farina, 1 cucchiaio di rum, 1 cucchiaio di uvetta o cranberry, 500 g di mele, 1 cucchiaio di filetti di mandorle,  buccia di limone grattugiata.

Sbattete le uova con lo zucchero, di seguito aggiungete il latte, il rum la farina l’uvetta o i cranberry, la buccia di limone grattugiata.
Imburrate una  tortiera o pirofila da forno, disponete sul fondo in uno strato uniforme le mele tagliate a cubetti, versateci sopra la crema di latte e uova. Cospargete con un cucchiaio di mandorle a scaglie.
In forno a 180° per 30- 40 minuti. La superficie deve diventare dorata. Servite tiepido o freddo direttamente dal recipiente di cottura

Veloce semplice e squisito. Naturalmente si può variare la frutta a piacere.
Per questa preparazione ho usato una tortiera in ceramica mentre altre volte ho adoperato stampi di metallo, alluminio per la precisione, con un risultato  migliore e un minor tempo di cottura (20-25 minuti).

Altre ricette  qui  qui e qui

Read Full Post »

 

 

Le pere kaiser, consistenti e succose, sono indicate per questa torta molto buona di pere e cioccolato in  ennesima versione. La  ricetta non prevede burro ma ricotta. E’ morbida e golosa e perfino dietetica, è sempre apprezzata e non ne avanza mai una briciola. Nella foto la decorazione con il cioccolato è un pò pasticciata, si può fare meglio. Se lasciata al naturale senza copertura, è più leggera e ugualmente buona.  
Consigliata per il cesto di un prossimo picnic  (se il tempo lo consente)

Ricetta di Franca copiata in un libro di ricette dietetiche di cui non ricordo il nome

Ingredienti:  4 pere Kaiser (400g.), 250 g di farina, 250 g di ricotta, 130 g di zucchero, 3 uova, 1 bustina di lievito, 1 tazzina di latte ( se occorre), 130g di cioccolato fondente + 50 g per decorare

Pelate le pere e tagliatele a piccoli pezzi tenendone una da parte. Tagliate il cioccolato grossolanamente. 
In un contenitore unite lo zucchero, le uova, la ricotta e frullate;  aggiungete poco alla volta la farina setacciata con il lievito e infine le pere a tocchetti e  il cioccolato a pezzi.
Imburrate e infarinate una tortiera di 24 cm di diametro e versate l’impasto che deve risultare morbido, se fosse troppo denso si può diluire con poco latte. Tagliate la pera tenuta da parte in quarti o a fettine e disponetela sopra l’impasto a raggiera.                                                                                              
Cuocete in forno già caldo a 180° per 35-40  minuti.
Sfornate e fate raffreddare la torta. In un pentolino a bagnomaria sciogliete il cioccolato rimasto con 2 cucchiai di latte.
Una volta raffreddato decorate la torta come vi piace. 

              

Read Full Post »

 

 

 

Mancava una torta di mele, sempre tra le mie preferite. Rassicurante morbida profumata semplice. Da una ricetta copiata tempo fa, in un blog francese che non ricordo il nome. La  prossima volta aggiungerò una mela a pezzetti nell’impasto, per renderlo più morbido.

Ingredienti: 4 mele di media grossezza, 125 g di burro morbido, 125 g di zucchero, 125 g di farina, 30 g di mandorle in polvere, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di cannella, ½ bustina di lievito, 2 uova, 30 g di cioccolato amaro, 1 cucchiaio di rum, 1 cucchiaio di latte

Lasciate ammorbidire il burro fuori dal frigo
Sbucciate le mele e tagliatele a fettine. Fatele dorare in padella con una noce di burro. Cospargetele con un cucchiaio di zucchero e fatele dorare.  Sorvegliatele per non farle bruciare. Fate raffreddare.
In una ciotola mescolate la farina, il lievito, il sale, le mandorle in polvere e la cannella.
In un’altra ciotola montate  il burro con lo zucchero  fino ad avere una crema. Aggiungete un uovo, sbattete bene per incorporarlo al composto prima di aggiungere l’altro, poi  il latte e il rum.
Incorporate il composto di farina mandorle lievito e cannella a quello di  burro zucchero uova. Aggiungete il cioccolato amaro ridotto in piccoli pezzi e mescolate (anche con il mixer).
Coprite il fondo di una tortiera di 20 cm. con un foglio di carta da forno.Versate il composto nello stampo, livellate e disponete le mele caramellate sulla superficie.
Cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti

E’ buona tiepida

 

Read Full Post »

 

Voleva essere un moelleux, non ce l’ha fatta e si è trasformata in una torta morbida soffice  cioccolatosa. E’ piaciuta molto e toccherà rifarla.  Provate anche voi… accompagnatela con una tazza di tè, di caffè di cioccolata, o cappuccino …provate!

 

Ingredienti:  100 g di cioccolato fondente, 150 g di carote, 150 g di farina, 125 g di zucchero di canna, 125 g di burro, 2 uova, 1/2 bustina di lievito, un pizzico di sale

Lavate, pelate e grattugiate le carote. potete tagliarle a pezzetti e passarle al mixer

Fate fondere a bagnomaria il cioccolato

Lavorate il burro morbido con lo zucchero fino ad avere una crema. Aggiungete le uova, uno alla volta. Mescolate bene. Aggiungete la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale. Mescolate mescolate

Aggiungete il cioccolato liquido e le carote grattugiate. Continuate a mescolare

Versate l’impasto dentro uno stampo imburrato di circa 20 cm rotondo o quadrato è uguale

In forno già caldo 170° per 35 minuti.

Servite questo dolce tiepido o freddo accompagnato da un ciuffo di panna montata o una crema inglese

  

  

 

Read Full Post »

 

Con il freddo è tornata anche la voglia di cucinare nel forno, di cucinare un dolce, e cosa può essere meglio di una fragrante torta di mele che sa di autunno? Non una torta, ma un budino di cui avevo letto la ricetta di Pentolapvessione . Brava Sara  che prosegue nel suo progetto gastronomico di preparare in un anno tutte le ricette del Talismano della felicità, il libro di Ada Boni che di ricette ne contiene  2000 e più…

Nella mia ricetta ho cambiato qualcosa, quella originale è qui

 

Il budino di mele

Ingredienti:

6 mele, 3 uova grandi, 3 cucchiai di zucchero biondo, 50 g di uvetta, 100 ml di panna, 4 cucchiai di biscotti secchi sbriciolati, poco rum o calvados, cannella e zenzero

Sbucciate e tagliate a pezzi le mele e fatele cuocere finchè si spappolano, Schiacciatele con una forchetta riducendole in una purea, fatele asciugare bene ancora un pò.

In una ciotola montate le uova intere con lo zucchero poi aggiungete il passato di mele, la panna liquida, l’uvetta ammollata in poco rum o calvados, i biscotti ridotti in polvere 1 cucchiaino di zenzero e 1 di cannella, 2 cucchiai di rum o calvados

Preparate uno stampo da budino imburrato e cosparso di pangrattato, versate l’impasto.

Cuocete in forno senza bagnomaria a 170° per 40-45 minuti o sino a che sarà ben cotto

Togliete il budino dal forno e lasciate intiepidire

Il budino di mele si accompagna molto bene con la crema di latte

 

 

La crema di latte

Ingredienti:

1 uovo, 100 ml di panna liquida, 150 ml di latte, 2 cucchiai di zucchero finissimo, 1 cucchiaio di fecola,  2 cucchiai di rum

Nel bicchiere del mixer mettete l’uovo intero, la panna, il latte, lo zucchero e la fecola.

Frullate

Versate il composto in un pentolino e cuocete a bagnomaria senza far bollire l’acqua, fino a quando si addensa e diventa crema.

Aggiungete se vi piace, 2 cucchiai di rum. Fate intiepidire o raffreddare

Servite la crema con il budino di mele e spolverizzate di cannella.

 

 

 

 Buona domenica!!

 

 

 

Read Full Post »

  

 

E’ sempre troppo breve il tempo delle ciliegie, e dopo aver raccolto un cestino di  visciole asprigne, che qui chiamiamo griotte (come in Francia, griottes), m’è venuta voglia di fare un dolce. Da Cuisine campagne ho preso la ricetta del Clafoutis aux cerises acides, con ciliegie rigorosamente non snocciolate per preservarne tutto il sapore, come prevede il clafoutis del Limousin  (se avete ospiti avvisateli,  potrebbero avere una brutta sorpresa!). In questo modo il succo non inzuppa la pasta che è rimasta intatta acquistando un leggero colore rosato. L’acidità delle ciliegie si stempera nella dolcezza dell’impasto e dona un sapore piacevole.

 

Nota. Le  visciole o griotte non si trovano, se non raramente, in commercio. Se vi è possibile raccoglietele sulla pianta, o su quella del vicino. Oppure fate la torta con ciliegie dolci. 

 

 

 

Ingredienti:    600 g di ciliegie non snocciolate, 2 uova, 80 g di zucchero semolato, 125 g di farina, 330 cl di latte intero, 1 cucchiaio di rum, un pizzico di sale, qualche fiocchetto di burro, 2 cucchiai di zucchero di canna.

Lavate e asciugate le ciliegie togliendo il gambo ma non il nocciolo

In una terrina sbattete le uova con lo zucchero e un cucchiaio di rum (ho usato del cognac). Aggiungete il latte, la farina setacciata e un pizzico di sale. Otterrete un impasto fluido

Imburrate una teglia versate l’impasto e poi le ciliegie

Cuocete in forno già caldo a 170° per circa 30 minuti, poi aggiungete dei fiocchetti di burro e cospargete con lo zucchero di canna. Fate cuocere ancora 10 minuti

Ho usato uno stampo in alluminio e la torta cuocendo si è gonfiata fin quasi a uscirne fuori, per poi sgonfiarsi dopo la cottura.

In sostituzione di uno stampo grande si possono usare decorativi stampi monodose

 

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »